Notizie dal mondo / Il senso della natura. Sette sentieri per la Terra

Condividi:
Concluso
21
Mag

Martedì 21 maggio alle ore 18.00 al Palazzo dei Musei, nella Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo Paolo Pecere, Luciano Bosi e Elisa Cattani presenteranno un reading musicale dedicato al libro Il senso della natura. Sette sentieri per la Terra di Paolo Pecere (Sellerio Editore, 2024).

Un viaggio nella storia del pensiero, nel passato e nel futuro della Terra, nei territori dove l’uomo incontra ciò che non è umano e si appresta a un dialogo

Mettersi in cammino per capire un deserto, una foresta o una catena montuosa attraversando le tradizioni del pensiero umano. Muoversi da New York alle Galápagos, dall’Islanda al Borneo, dal Ruanda al Tibet, per immergersi nella nostra casa, il pianeta che dobbiamo amministrare.

Un pianeta di cui bisogna scrivere il futuro: negli ultimi anni è stato riconosciuto l’impatto distruttivo della civiltà umana sulla natura, eppure, questa consapevolezza non produce alcun reale cambiamento nei nostri modi di vivere, nelle soluzioni adottate dalle società industriali per evitare la calamità. Al tempo stesso, assistiamo al diffondersi di un amore appassionato e di una profonda nostalgia per la natura incontaminata, rifugio dall’assordante disarmonia del mondo.

Da questa scissione paradossale, consapevole che la sola verità scientifica non sembra sufficiente a scuoterci, inizia il percorso di Paolo Pecere. Qual è oggi, allora, il vero senso della natura, quel sentimento che siamo chiamati a ritrovare o immaginare di nuovo?

La scoperta di una cura del mondo, una nuova definizione dell’ecologia, quella «scienza magnifica che è diventata triste», hanno bisogno di una visione del futuro che immagini altri modi di percepire la natura, e di un recupero della nostra memoria biologica che ci faccia avvertire l’unione indissolubile, vivente, organica e inorganica di tutto ciò che esiste sulla Terra.

Per maggiori informazioni sull’evento visita il sito dei Musei Civici

・ Paolo Pecere insegna Storia della filosofia all’Università di Roma Tre. Si occupa dei rapporti tra filosofia, scienze della natura e psicologia nell’età moderna e contemporanea. Tra i suoi libri, “La filosofia della natura in Kant” (Pagina, 2009), “Dalla parte di Alice. La coscienza e l’immaginario” (Mimesis, 2015), “Il dio che danza. Viaggi, trance, trasformazioni” (Nottetempo, 2021) e i romanzi La vita lontana (LiberAria, 2018) e Risorgere (Chiarelettere, 2019).

・ Luciano Bosi Percussionista, organologo, etnomusicologo e didatta, improvvisatore formale. Dal 1979 svolge un’intensa attività di ricerca sullo strumentario a percussione, ed in particolare sulle connessioni con altri ambiti di studio quali l’etnografia, l’antropologia, la didattica e la musicoterapia. La sua trainante e peculiare visione esistenziale confluisce in “Quale Percussione?”, progetto che vanta una collezione di oltre 3.000 strumenti a percussione provenienti da tutto il mondo.

Gli oggetti venuti da lontano sono portatori di significati e pensieri, reali punti di contatto che aprono alla conoscenza, ad altre visioni e nuovi sentimenti. Il ciclo di incontri Notizie dal mondo. Ospitare oggetti, persone, culture vuole essere un invito a esplorare le diversità e le influenze reciproche tra le culture attraverso le collezioni etnografiche dei Musei Civici di Reggio Emilia insieme ad autori, ricercatori, artisti che stanno tracciando nuovi percorsi, cammini da intraprendere per sentirsi parte, tutti, di un unico patrimonio culturale che ci unisce.

Info

Ingresso Gratuito
---
Scarica la Cartolina
--

Il ciclo “Notizie dal Mondo” (a cura di Georgia Cantoni in collaborazione con Fondazione Mondinsieme) è dedicato al libro “Mondi. Dalle collezioni etnografiche dei Musei Civici di Reggio Emilia”, volume promosso dalla Fondazione Manodori e distribuito con una raccolta fondi a favore di progetti per i visitatori dei Musei Civici di Reggio Emilia.

Musei Civici
Via Spallanzani, 1
42121 Reggio Emilia

tel 0522.456816
musei@comune.re.it
www.musei.re.it

Condividi: