Una certa idea di mondo

Condividi:
Concluso
4
Mag

Raccontare il lavoro sociale è impresa ardua, mostrarlo ancora di più. Perché è un’attività che, per quanto essenziale alla tenuta complessiva della comunità, è difficile da rendere visibile nelle sue complesse azioni di mediazione, ascolto, ricucitura delle fratture tra persone e gruppi.

Per provare a condividere con la città questo fondamentale lavoro che ogni giorno svolgono i Servizi sociali, il Comune di Reggio Emilia partecipa all’edizione 2018 di Fotografia Europea con una mostra fotografica allestita all’interno della stazione ferroviaria di piazzale Marconi.

Il titolo della mostra è “Una certa idea di mondo. Servizi sociali territoriali tra vincoli e cambiamento possibile”. Il lavoro sociale presuppone infatti sempre un’idea di comunità da costruire continuamente tra vincoli e possibilità, tra adesione a pratiche consolidate e desiderio di rottura, di sconfinamento. Investiti dalle ricadute delle trasformazioni epocali delle società occidentali, servizi e operatori sono chiamati sistematicamente a “rivoluzionarsi”, a mettersi in discussione e a costruire ponti in territori abitati da fatiche e diseguaglianze.

Le ventuno foto di Melissa Iannace si concentrano sull’abitare proponendo tre percorsi di lettura del tema: abitare il territorio, abitare la casa, abitare i servizi. L’intento è quello di offrire ai cittadini immagini-stimolo e qualche suggestione per mostrare, insieme, problemi e risorse, ricercando, se possibile, alleanze per fare fronte a una complessità che oggi non lascia spazio a facili soluzioni. La sfida per gli operatori è quella di rimanere soggetti pensanti, che desiderano l’incontro con la storia degli altri, con l’alterità, con la fragilità, non per ripararla ed eliminarla, ma per accoglierla, sostenerla e accompagnarla. Solo così si potrà continuare ad affermare con forza l’irrinunciabile funzione pubblica dei servizi.

 

Info

Info:
tel. 0522 456962/456837
mail: servizisociali.sedecentrale@comune.re.it

Condividi: