Reggio Emilia per la campagna di solidarietà #lanterneverdi

Condividi:
Concluso
19
Dic

Sabato 18 dicembre ricorre la Giornata internazionale per i diritti dei migranti e Reggio Emilia sceglie quest’anno di ricordarla con un’iniziativa di mobilitazione di tutta la città, illuminandosi di verde come segno di accoglienza nei confronti di tutte le persone che fuggono dalla guerra.

L’invito a cittadini, associazioni e istituzioni è di accendere dal 13 al 19 dicembre una lanterna verde alle finestre, sui balconi, negli uffici e nelle case come segno di pace e solidarietà con quanti in Polonia, sfidando i divieti di Varsavia, scelgono di lasciare una luce verde accanto a porte e finestre per segnalare ai migranti che riescono ad oltrepassare il confine con la Bielorussia, che in quelle case possono trovare ospitalità. Una luce verde di speranza e di vicinanza, ma anche un segnale di resistenza a restare umani di fronte a chi cerca nella migrazione una possibilità di vita migliore, lontano da guerre, violenze e povertà.

Per tutta la settimana anche la fontana davanti al Teatro Valli sarà illuminata di verde.

Info

Se vuoi aderire all'iniziativa, invia una mail a :  ditutti@comune.re.it

L'iniziativa, promossa dal Comune di Reggio Emilia insieme a una rete di altri soggetti del territorio, ad oggi ha già raccolto l’adesione di molte realtà tra associazioni, enti, istituzioni tra cui:

Cooperativa L’Ovile, Amar - Costruire Solidarietà, Infogiovani di #viacassoliuno, SD Factory Laboratorio creativo, Fly Zone, Ghirba - Biosteria della Gabella, Spazio Raga, cooperativa Dimora d’Abramo, Progetto SAI, associazione Città Migrante, Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell' Universita' di Modena e Reggio Emilia, Amnesty International Reggio Emilia, IPS Filippo Re, Fondazione Mondinsieme, Civic engagement & community empowerment onlus, Associazione Filef-ODV, Arcigay Gioconda Reggio Emilia Aps, Movimento Nonviolento - Centro di Reggio Emilia, Centro Teatrale MaMiMo/Teatro Piccolo Orologio, Cooperativa Madre Teresa, Associazione dei volontari ucraini in Italia Odv, Acir Associazione comunità islamica reggiana, Shqiponja Aps, Penso a Te APS, TerraLeydi Aps, Zoe Pentecostal Mission, Abreer Odv, Badegna Odv, Dier Diaspora ivoriana in Emilia Romagna, Passaparola APS, Il Dialogo, Cooperativa “S.G. Bosco”, Istituto Fernando Santi, Accademia di quartiere APS, Croce Rossa Italiana - Comitato di Reggio Emilia – OdV, Iniziativa laica aps, Cisv Reggio Emilia, Remida, Fondazione E35, Arci – Comitato territoriale di Reggio Emilia, Meridiano 361 Impresa Sociale, Cooperativa La Vigna, Consorzio Oscar Romero, cooperativa sociale Coress, LUP Liberta Università Popolare, SPI-CGIL Reggio Emilia, Associazione Via Roma Zero Aps, Associazione di Volontariato Nuovamente, A.C.A.T.- Reggio Emilia - Associazione dei Club Alcologici Territoriali, Associazione "Tarantella Lucana", Biblioteca Panizzi e decentrate, Comune di Fabbrico, Libreria Il Semaforo Blu, UP. san Francesco d’Assisi, Associazione "...e terre nuove", Associazione Avvocato di Strada, , Medici con l’Africa Mo-Re, Cooperativa sociale Progetto Crescere, Centro di Solidarietà di Reggio Emilia, Premio per la Pace Giuseppe Dossetti, Cooperativa Giro del Cielo, Caritas Diocesana di Reggio Emilia-Guastalla, Centro Missionario Diocesano, Comune di Castenaso (BO), Comune di Bari, Polo sociale Ovest, Comune di Soliera (MO), Comune di Modena, Centro Sociale Papa Giovanni XXIII” S.C.S. Onlus, Centro diurno Polveriera, Emporio Dora ODV
Provincia di Reggio Emilia, Granello di Senapa, Comune di Padova, Comune di Sasso Marconi (Bo), Comune di Quattro Castella, Cooperativa Reggiana Educatori, gruppo Scout AGESCI Reggio Emilia 4, GLM-ODV, FCR Farmacie Comunali Riunite, Università di Modena e Reggio Emilia, Ufficio Pastorale Migrantes, Comune di Gualtieri, Comune di Granarolo dell'Emilia, Comune di Bologna, Comune di Castellarano, Comune di Carpi, Iscos Emilia-Romagna, Cisl Reggio Emilia, Anolf, Comune di Lucca

Condividi: