Orizzonti di giustizia sociale – Passaggio a Nord Est

Condividi:
Concluso
21
Mar

Lettura degli oltre mille nomi delle vittime innocenti delle mafie, in occasione della XXIV giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti della mafia

Come ogni anno, nel primo giorno di primavera, simbolo di rinascita, le reti di Libera e Avviso Pubblico, insieme a enti locali, realtà del terzo settore, scuole, cittadini e familiari delle vittime, si ritrovano in molte città per ricordare, nome per nome, tutti gli innocenti morti per mano delle mafie, creando in tutto il Paese un ideale filo di memoria, quella memoria responsabile che dal ricordo può generare impegno e giustizia nel presente.

Tra i nomi vi sono quelli di semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere.

A Reggio negli scorsi anni i nomi sono stati letti in piazze e scuole, ma anche al poligono di tiro, per sottolineare il forte rapporto tra resistenze vecchie e nuove. Infatti in quel luogo ricordiamo le esecuzioni dei fratelli Cervi e don Pasquino Borghi, fra gli altri.

Quest’anno il posto scelto è la Sala del Tricolore, per sottolineare l’importanza di creare una vera rete per la legalità, che parta dalle istituzioni fino ad arrivare a tutti i cittadini, in un luogo che è idealmente, ma non solo, patrimonio e simbolo di tutta la città.

Info

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

L’evento è organizzato da Libera e Avviso pubblico in collaborazione con il Comune di Reggio e la Regione Emilia Romagna.

Allegati

Condividi: