Lùc – Miti d’Amore – Miti senza tempo seconda parte – 2021

Condividi:

Con Umberto Curi

Prosegue il corso sui Miti, con il ciclo primaverile dedicato ai Miti d’amore: Eco e Narciso, Orfeo e Euridice, Filemone e Bauci.
Con affascinanti storie immortali della mitologia classica che continuano a parlarci e a interrogarci a distanza di secoli con la stessa intensità e profondità, perché ripropongono i grandi temi e gli antichi dilemmi legati alla condizione umana e rispondono a un’urgenza di senso più che mai viva nel nostro tempo.

tre webinar su piattaforma Click Meeting di Edunova Unimore

Le credenziali di accesso alla piattaforma, verranno fornite al momento dell’iscrizione.

Mercoledì 21 aprile,  Dalle ore 17.00

Il mito di Eco e Narciso.
La straordinaria vicenda del personaggio innamorato di se stesso, narrata nei versi delle Metamorfosi di Ovidio, può essere interpretata come metafora del rapporto fra identità e alterità.

Mercoledì 28 aprile, Dalle ore 17.00

Orfeo e Euridice. 
Al fondo delle versioni classiche del mito persiste un interrogativo: perché Orfeo si volta a guardare la sposa, con ciò condannandola a rimanere nell’Ade? E’ ineludibile il nesso che collega amore e morte? Può l’amore essere acquisizione, senza essere anche perdita?

Mercoledì 5 Maggio, Dalle ore 17.00

Quando l’amore vince la morte: Filemone e Bauci. 
Il tema dell’ospitalità e dell’accoglienza dello straniero nel quadro di un grande mito d’amore.

Maggiori dettagli sugli incontri

Info

Costo:
10€

Informazioni Iscrizioni:
Per iscriversi inviare una mail a info@liberauniversitacrostolo.it, con allegato pagamento tramite bonifico bancario IBAN LUC  IT25D0200812834000100351436. L’iscrizione può essere effettuata anche in presenza presso la segreteria LUC

Organizzato da:
Luc' - Libera Università Crostolo di Reggio Emilia, in Collaborazione con: UniMoRe - Università di Modena e Reggio Emilia
Con il contributo del Comune di Reggio Emilia, evento all'interno del Bando #RE 20/21 La cultura non starà al suo posto e Fondazione Pietro Manodori

Condividi: