In cerca del terzo paesaggio

Condividi:
Concluso
7
Set

Geopedalata dolce sul filo delle acque con merenda en plein air, tra i quartieri di Santa Croce e Mancasale.

Programma:

9.15 Ritrovo a Villa Cougnet – Via Adua n. 54 (Biblioteca Santa Croce)
Antonio Canovi, geostorico, introduce alla giornata e descrive il percorso (6 km pianeggianti).

Ore 9.30-10.00 Ci si muove tra Villa Cougnet e l’antica strada per Reggiolo fino al Ponte della Sbarra sul Rodano (percorso: via Adua-via Ortolane-attraversamento via e canale del Chionso-via Petrella-sottopassi AV e A1).

Ore 10.00-10.30 Osservazione del paesaggio fluviale di un torrente canalizzato in epoca rinascimentale
Descrizione delle opere idrauliche in gestione al Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale.

Ore 10.30-11.00 Ci si muove alla volta della Villa di Mancasale: il popolare castello Braglia e la chiesa parrocchiale, con sosta al Parco Rino Chiesi (percorso: ritorno su via Petrella-via Cavallotti-sottopasso ferrovia per Guastalla).
Ristoro con bevande e narrazione del luogo insieme agli abitanti.

Ore 11.00-12.00 Visita al nodo idraulico con l’impianto di risalita delle acque del Po gestito dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale.

Ore 12.00-12.15 Ci si muove verso Santa Croce per approdare agli Orti di Montenero (percorso: ciclabile via Gramsci – nodo idraulico della nave – via del Chionso – via Ortolane – attraversamento via Adua – via Veneri – ingresso per lo stradello all’altezza delle scuole elementari).

Ore 12.15-12-45 Si fa sosta nella Saletta Civica Cooperativa delle Case Popolari di Mancasale e Coviolo, dove sarà proiettato il filmato inedito, opera di Franco Cigarini, “Lavori di costruzione dell’impianto di depurazione delle acque di Mancasale” (18’), su gentile concessione della Biblioteca Panizzi.
Descrizione del PAD Mancasale di Iren.

12.45-13.00 Approdo in Via Montenero, dove ci attende un ristoro con bevande. Nell’occasione il Circolo presenterà l’esperienza degli Orti sociali alla città.

Per chi voglia gradire segue ristoro popolare con erbaggi aperto alla cittadinanza. La cucina degli Orti prevede: “cestino del prato” e “cestino dell’orto” (5 € ciascuno).

Intervengono: il personale tecnico di CBEC e IREN, gli operatori della Biblioteca Santa Croce, gli architetti di quartiere, i geostorici di Eutopia, i soci del Centro Sociale Orti Montenero, la parrocchia di Mancasale, gli abitanti della Cooperativa Case Popolari di Mancasale e Coviolo.

Info

Organizzato da Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale, nell'ambito dell'Accordo di Cittadinanza di Santa Croce-Tribunale-Mancasale, in collaborazione con: Biblioteca Santa Croce, Iren, Cooperativa Case Popolari di Mancasale e Coviolo e Associazione Eutopia.

Per info e dettagli, consultare la locandina allegata.

Allegati

Tag: siamoqua
Condividi: