Giornata Internazionale del Migrante

Condividi:
Concluso
19
Dic

Il 18 dicembre si celebra la Giornata Internazionale del Migrante, istituita nel 2000 dalle Nazioni Unite.
La data fu scelta per richiamare la Convenzione Internazionale sulla Protezione dei Diritti dei Lavoratori Migranti e dei membri delle loro famiglie, adottata il 18 dicembre del 1990 dall’Assemblea delle Nazioni Unite.

A Reggio Emilia l’Amministrazione comunale promuove per l’occasione, in collaborazione con associazioni e soggetti del territorio, una serie di appuntamenti e iniziative in programma dal 17 al 19 dicembre.

Lunedì 17 dicembre

  • ore 18.00
    Teatro Piccolo Orologio di via Massenet
    Sarà possibile ascoltare le testimonianze di chi è stato coinvolto nel progetto Fami 2014-2020 “Percorsi di inserimento nella comunità territorio dei titolari di protezione internazionale”, con particolare riferimento al percorso dell’abitare.
  • A seguire concerto con gli Hakuna Matata
  • ore 19.00
    Ghirba – Biosteria della Gabella di via Roma
    Ad alt(r)a voce: voci, suoni e immagini sulle esperienze migratorie

Si tratta di una serata interculturale per dare voce e protagonismo ad alcune esperienze migranti della città. Un’altra narrazione che parla attraverso il linguaggio dell’arte, della musica e dell’arte visuale.
L’evento ha visto la collaborazione di alcune realtà di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale tra cui Centro sociale Papa Giovanni XXIII, Centro di Solidarietà di Reggio Emilia Onlus, Cooperativa sociale Madre Teresa, l’Ovile Cooperativa di Solidarietà Sociale, Arte Migrante Reggio Emilia, Associazione Città Migrante, Associazione di volontariato G.L.M, Avvocato di strada di Reggio Emilia, APS Passaparola, Coop. Sociale “La Vigna”, Coop. Vivere la Collina, La Quercia – coop. agricola e sociale, La Collina società cooperativa agricola, Pax Christi Punto Pace di Reggio Emilia.

Martedì 18 dicembre – Giornata internazionale del Migrante

dalle ore 9.30
Sala del Tricolore

  • Cerimonia di Cittadinanza: per l’occasione, a seguito del conferimento della cittadinanza e conseguente giuramento dei neo-cittadini, saranno lette le testimonianze e le storie di vita dei neo-cittadini italiani con incursioni sociologiche e teatrali a cura degli studenti del Csl La Cremeria di Cavriago coordinati dal sociologo Alberto Pioppi e dall’attore Mauro Incerti.
  • A seguire
    testimonianza di uno degli studenti internazionali del progetto Food Innovation Program, dal punto di vista di studente e di protagonista di una migrazione.
  • ore 11
    consegna ai neo-cittadini una copia della Costituzione Italiana e dell’attestato ricordo del conferimento di cittadinanza da parte dell’assessore Foracchia

ore 14
Sala del Tricolore

  • Presentazione delle tesi e cerimonia di laurea dei partecipanti al Food Innovation Program.
    Gli studenti, provenienti da diversi paesi del mondo, presenteranno i progetti e le attività realizzate a Reggio Emilia in occasione del loro anno di master.

ore 17
Sala Reggio della Biblioteca Panizzi

  • Presentazione del libro “Siamo qui” di Giusi Sammartino (Bordeaux Edizioni, 2018), che raccoglie trenta storie e altrettanti ritratti di donne “forti” che in Italia sono state capaci di inventarsi – fuori dagli stereotipi e dalle banalizzazioni – una nuova vita, ripartendo dalle abilità e dalle competenze che avrebbero voluto mettere a frutto nei propri paesi d’origine.

Mercoledì 19 dicembre

Dalle ore 19 alle 21
spazio Ex Maffia di viale Ramazzini 33
“Racconti migranti. Argonauti: tappe di un viaggio”
L’evento è organizzato dal Teatro dell’Orsa nell’ambito del Progetto Fami 2014-2020 “Percorsi di inserimento nella comunità territorio dei titolari di protezione internazionale” di Dimora d’Abramo in partnership con il Comune di Reggio Emilia, in particolare con Progetto Sprar e l’Unione Colline Matildiche.

Durante la serata sarà possibile ascoltare alcune testimonianze di coloro che sono stati coinvolti nel percorso di inserimenti del Fami. Inoltre Bernardino Bonzani, Ezekiel Ebhodaghe, Monica Morini, Djibril Cheickna Dembélé, Annamaria Gozzi, Lucia Donadio e altri protagonisti del Teatro dell’Orsa racconteranno l’azione teatrale messa in scena da cinquanta attori di nove nazionalità diverse e il suo significato civile e sociale e verrà mostrato il docu-film sulla realizzazione del progetto Argonauti, con la regia di Alessandro Scillitani.

L’ingresso è libero; al termine dell’evento verrà offerto un piccolo rinfresco.La storia

 

Condividi: