Giornata della memoria 2019 – Zakhòr

Condividi:
Concluso
16
Gen

Reading per voci e ombre per ricordare la Shoa

Zakhòr in ebraico significa “Ricorda”. Ricordare è uno dei massimi precetti biblici. L’ebraismo stesso si basa su questo precetto. Scriveva Primo Levi nel suo celebre ‘Se questo è un uomo’: “Sognavamo nelle notti feroci sogni densi e violenti…Tornare, mangiare, raccontare. Io ricordo ogni cosa, ricordo tutto”. Ecco l’imperativo per coloro che cercarono di sopravvivere: tornare per raccontare al mondo l’orrore.

Lo spettacolo, di grande intensità, è un viaggio nella tragedia della Shoa, mette insieme le voci di coloro che hanno vissuto l’orrore dei campi di sterminio e hanno raccontato quei giorni di annientamento fisico e psicologico, quei giorni fatti di paura e desiderio di aggrapparsi alla vita e hanno rivissuto quell’orrore, ricordando ogni giorno passato nel lager, per tramandarci la memoria di ciò che è stato l’Olocausto, quell’immane tragedia in cui sono morti milioni di ebrei.

Il testo dello spettacolo, scritto dall’attrice e regista Maria Antonietta Centoducati con la regia curata da Gianni Binelli e l’accompagnamento al pianoforte di Ovidio Bigi, si basa su diverse testimonianze reperite attraverso l’analisi di centinaia di lettere, diari, dossier, testimonianze video ecc… e sul testo teatrale di Peter Weiss “L’istruttoria” in cui l’autore riporta le fasi del processo che si svolse a Francoforte sul Meno contro un gruppo di SS e di funzionari del Lager di Auschwitz nel 1965.

Oltre alle testimonianze dell’opera di Weiss ci sono altre voci: folla delle ombre di chi non è più tornato a casa, di chi è diventato fumo e vento nel cielo, OMBRE con un numero tatuato sul braccio di cui non è rimasto altro che il ricordo del loro sorriso.

Uno spettacolo coinvolgente e intenso per ricordare e riflettere su quanto orribile sia stato l’Olocausto del popolo ebraico.

Info

Il biglietto per lo spettacolo con la cena di gnocco fritto e salumi costa 8€ a persona ed è riservato ai titolari di tessera arci (si potrà fare la tessera anche in serata).

Prenotazione al numero del circolo Arci Pigal 0522 421864 o Cinzia al 3663465465.

Allegati

Condividi: