Aspettando Fontanesi – Romanticismo

Condividi:
Concluso
11
Gen

Aspettando Fontanesi
pittura dell’Ottocento oggi nelle grandi esposizioni italiane

Romanticismo
Fernando Mazzocca

Nell’attesa della grande mostra “Antonio Fontanesi e la sua eredità”, che si terrà a Palazzo dei Musei di Reggio Emilia dal 6 aprile 2019, inaugura venerdì 14 dicembre in Sala del Tricolore il ciclo di conferenze “Aspettando Fontanesi” incentrato sulle più importanti mostre dedicate ai maestri e alla pittura dell’Ottocento in questo momento in corso a Ferrara, Milano, Torino, Forlì.

Venerdì 11 gennaio 2019 sarà la volta di Fernando Mazzocca, curatore della mostra Romanticismo che si svolge a Milano, alle Gallerie d’Italia – Piazza Scala e al Museo Poldi Pezzoli dal 26 ottobre 2018 al 17 marzo 2019, prima mostra dedicata al contributo italiano al movimento che ha cambiato, nel corso della prima metà dell’Ottocento, la sensibilità e l’immaginario del mondo occidentale.
Milano – che tra le grandi città d’Italia è quella che ha avuto in quegli anni la maggiore vocazione europea – è stata uno dei centri della civiltà romantica, sia per quanto riguarda le arti figurative, che sul versante letterario e musicale. Pensiamo alle esposizioni d’arte, ai grandi collezionisti, alle imprese editoriali, ai teatri – tra cui La Scala – e a protagonisti come Foscolo, Manzoni, Rossini, Hayez e Verdi.
L’esposizione celebra l’identità e il valore del Romanticismo italiano, in rapporto a quanto si andava manifestando nel resto d’Europa – in particolare in Germania, nell’Impero austriaco, in Inghilterra e in Francia – tra il Congresso di Vienna e le rivoluzioni che nel 1848 sconvolsero il vecchio continente. Le opere esposte alle Gallerie d’Italia di Milano e al Museo Poldi Pezzoli documentano un periodo che va dai fermenti preromantici fino alle ultime espressioni di una cultura che, almeno nel nostro Paese, avrà termine con la realizzazione dell’Unità d’Italia e l’affermazione del Realismo, che del Romanticismo rappresenta l’antitesi.

In mostra, i dipinti dei maggiori interpreti della pittura romantica: Francesco Hayez, Giuseppe Molteni, Giovanni Carnovali detto Il Piccio, Massimo d’Azeglio, Giovanni Migliara, Angelo Inganni, Giuseppe e Carlo Canella, Ippolito Caffi, Salvatore Fergola, Giacinto Gigante, Pitloo, Domenico Girolamo Induno. Tra le sculture spiccano i lavori di tre straordinari maestri: Lorenzo Bartolini, Pietro Tenerani e Vincenzo Vela. Non mancano grandi artisti di diversa nazionalità attivi in Italia, come Caspar David Friedrich, Franz Ludwig Catel, Jean-Baptiste Camille Corot, William Turner, Friedrich von Amerling, Ferdinand Georg Waldmüller, Karl Pavlovič Brjullov, che permettono di approfondire le relazioni intercorse tra il Romanticismo italiano e quello europeo.

Gli altri appuntamenti di “Aspettando Fontanesi”:  22 febbraio, “I Macchiaioli” con Virginia Bertone e Silvestra Bietoletti, 22 marzo, “Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini” con Francesco Leone.

Per approfondire anche i temi degli altri appuntamenti, vai alla pagina dedicata sul sito dei Musei Civici

L’iniziativa è gratuita e senza obbligo di prenotazione

Musei Civici
Via Spallanzani, 1
42121 Reggio Emilia

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2
0522 456816 Musei Civici, Palazzo dei Musei, via Spallanzani, 1

musei@comune.re.it

www.musei.re.it

A cura di: Musei Civici
Condividi: